Blog

Home Blog

Smart Bandage: in arrivo il cerotto che monitora la salute della ferita ed eroga i farmaci necessari

Quando si fascia una ferita, una valutazione del suo stato può essere compiuta solo quando la benda viene tolta o sostituita. In un mondo in cui sempre più spesso, grazie all’avanzamento tecnologico, il nostro corpo diviene soggetto a un costante monitoraggio, la fasciatura tradizionale potrebbe diventare obsoleta.

Gli ingegneri di Harvard, Tufts, MIT e altre istituzioni si sono uniti per progettare e realizzare una fasciatura digitale in grado di esaminare lo stato di una ferita e determinare i farmaci più indicati per poi somministrarli tramite un processo automatico.

Il dispositivo, chiamato Smart Bandage (“cerotto intelligente”), è composto da due parti principali: una è la benda stessa, costituita da sensori pH, che rilevano la temperatura, e da alcune microsfere atte a rilasciare i farmaci incorporati. L'altra parte è un modulo elettronico separato che legge e interpreta i dati delle misurazioni dei sensori e determina quale sia il farmaco più idoneo da rilasciare, che è collegato alla benda tramite un cavo flessibile.

Uno dei co-autori della ricerca, Sameer Sonkusale, ha dichiarato alla rivista Small: "Siamo stati in grado di adottare un nuovo approccio alla fasciatura grazie all'emergere delle tecnologie elettroniche flessibili. In effetti, questo tipo di tecnologia ha reso indossabili molti dispositivi medici, ma le bende sono cambiate poco da quando queste innovazioni si sono sviluppate. Stiamo semplicemente applicando la tecnologia moderna a un'arte antica, nella speranza di migliorare gli esiti di trattamento di problematiche di natura altamente complessa".

Lo Smart Bandage è stato testato per ora soltanto in laboratorio, ma gli studiosi intendono iniziare presto la sperimentazione anche sugli esseri umani.

Continua a Leggere